Laus Kinetic | Centro di rieducazione motoria

STRETCHING: COME, QUANDO E PERCHè

Vota questo articolo
(17 Voti)

Lo stretching muscolare sembra essere, ad oggi, una delle pratiche più abusate nel settore del fitness. Ma quando realmente diventa utile? Quale modo migliore per eseguirlo? in pochi hanno le idee chiare. Proviamo a fare brevemente chiarezza:

Prendiamo in considerazione diversi momenti e analizziamo se effettivamente lo stretching possa essere funzionale.

Prima di una prestazione fisica: il "riscaldamento" ha l'obiettivo di portare l'organismo ad una condizione che gli permetta di eseguire una performance al suo massimo potenziale; è quindi necessario aumentare gradualmente la temperatura corporea e migliorare la lubrificazione muscolare e articolare, permettendo ai muscoli di migliorare la loro elasticità. In questa fase, uno stretching statico, intuitivamente diventa fuori luogo e vanno certamente preferiti esercizi di stratching dinamico come slanci degli arti inferiori o superiori che contribuiscano all'aumento della temperatura corporea e al miglioramento dell'elasticità muscolare.

Dopo una prestazione fisica: in questa fase lo scopo cambia completamente e diventa necessario riportare la temperatura del corpo a livelli standard. Ma siamo sicuri che qui lo stretching abbia davvero un effetto benefico, come dicono in tanti, per permettere alla muscolatura di decontrarsi?

Dopo una performance, i nostri muscoli sono particolarmente irrorati di sangue e hanno al proprio interno sostanze di scarto prodotte dallo sforzo, che devono essere smaltite proprio dallo stesso sangue. Forse, allora, evitare un allungamento statico nei minuti appena successivi che porterebbe ad una notevole vasocostrizione e quindi aumenterebbe le difficoltà del sangue ad uscire dai muscoli e a portare con se le sostanze di scarto potrebbe non essere poi così una cattiva idea.

Nel tempo libero: Ecco qui forse il momento in cui lo stretching potrebbe dare maggior beneficio. In questo caso può diventare utile sia lo stretching statico che quello dinamico per mobilizzare le articolazioni e per non permettere ai tessuti di adattarsi a posture scorrette che la vita di tutti i giorni ci porta inevitabilmente ad assumere. Avete presente il detto "una mela al giorno toglio il medico di torno"? in questo caso, la mela abbinata a qualche minuto di allungamento muscolare possono davvero fare la differenza!

Per non perdervi gli articoli, i video e i consigli dei nostri Personal Trainer iscrivetevi alla nostra newsletter e visitate ogni settimana la nostra pagina Blog!

Alla prossima!

Matteo - Personal Trainer Laus Kinetic

Contatti

  1. A cosa sei interessato?(*)
    Scegli a cosa sei interessato, grazie.
  2. Nome e Cognome(*)
    Inserisci il tuo Nome e Cognome, grazie.
  3. Telefono(*)
    Inserisci il tuo numero di telefono, grazie.
  4. Email(*)
    Inserisci la tua email, grazie.
  5. Messaggio
    Input non valido
  6. (*)
    Devi accettare il trattamento dei dati personali, grazie.