Laus Kinetic | Centro di rieducazione motoria

attività fisica in gravidanza: come, quando e perchè

Vota questo articolo
(8 Voti)

Quando una donna rimane incinta si domanda sempre quale attività fisica può svolgere per

restare in forma senza danneggiare la crescita del suo bambino.

Fa sempre un po’ paura pensare di svolgere qualsiasi tipo di movimento in quanto si crede di far del male alla vita che stiamo portando in grembo, ma non è cosi!

L’attività fisica svolta in questo periodo invece è fondamentale per il benessere sia della mamma che del nascituro.

Una volta verificato con il ginecologo che la gravidanza sia fisiologica e senza problematiche particolari, con il suo benestare è possibile iniziare una attività fisica blanda per prevenire i problemi tipici della gestazione.

Gli obiettivi delle attività fisiche che si possono svolgere in questo periodo sono divisi in tre grandi ambiti:

1-      Evitare l’aumento eccessivo di peso

Una delle paure più grandi che una donna deve affrontare durante i nove mesi di gravidanza è quella di aumentare troppi chili e di non riuscire poi a perderli velocemente dopo il parto.

Per scongiurare questo pericolo è utile muoversi costantemente con attività blande come un bel giro in bicicletta, una camminata all’aria aperta e attività in acqua come nuoto e ginnastica dolce.

Per attività blanda si intendono esercizi aerobici lenti con battito cardiaco basso e atti respiratori poco frequenti per non togliere ossigeno al bambino.

Inutile dire, inoltre, che è molto importante seguire un regime alimentare controllato e sano.

2-      Prevenire dolore alla schiena

Uno dei problemi più comuni durante il periodo gestazionale è la comparsa di dolore lombare: la lordosi lombare aumenta con la crescita della pancia e si è quindi soggette a dolori che possono portare anche a qualche blocco strutturale o muscolare.

Per prevenire questi spiacevoli dolori è consigliato svolgere con personale qualificato esercizi di mobilità e allungamento di schiena. Questi esercizi vengono effettuati a terra in completo scarico su un tappetino.

3-      Esercizi per partorire più facilmente

Per aiutare la futura mamma ad affrontare il momento del parto nella maniera più naturale possibile è utile svolgere esercizi per migliorare l’allungamento degli adduttori, la mobilità del bacino e, soprattutto, aumentare il suo movimento di retroversione.

La posizione di retroversione del bacino è la posizione nella quale avvengono i parti naturali, in quanto consente la completa apertura del canale del parto aumentando il passaggio per la creatura che sta nascendo.

Il nostro consiglio è quindi quello, rigorosamente dopo un consulto ginecologico, di compiere attività fisica fin dai primi mesi di gravidanza per non accumulare troppo peso, difficile poi da perdere, e conseguentemente ridurre i problemi alla schiena.

I nostri studi di personal training offrono lezioni di Pilates per donne in gravidanza, che aiutano ad affrontare al meglio uno dei periodi più belli ed intensi della vita di una donna.

Vi aspettiamo per una consulenza gratuita...e congratulazioni a tutte le future MAMME!!!!

Claudia e Lara – Personal Trainer e Osteopata Cremona Kinetic

Contatti

  1. A cosa sei interessato?(*)
    Scegli a cosa sei interessato, grazie.
  2. Nome e Cognome(*)
    Inserisci il tuo Nome e Cognome, grazie.
  3. Telefono(*)
    Inserisci il tuo numero di telefono, grazie.
  4. Email(*)
    Inserisci la tua email, grazie.
  5. Messaggio
    Input non valido
  6. (*)
    Devi accettare il trattamento dei dati personali, grazie.