Laus Kinetic | Centro di rieducazione motoria

cefalea tensiva: come l'osteopata può esserti d'aiuto

Vota questo articolo
(12 Voti)

Con il termine Cefalea si indica una condizione dolorosa connotata da un mal di testa di tipologia, durata, intensità e frequenza variabile.

Esistono numerose tipologie di cefalea (più di 200), ciascuna con le proprie caratteristiche specifiche: ad esempio l'emicrania è un tipo di cefalea connotato da un forte mal di testa unilaterale (nel 4% dei pazienti è bilaterale) e pulsante e da altri sintomi peculiari (nausea, fotosensibilità, ecc.).

La cefalea tensiva invece è caratterizzata da un mal di testa continuo spesso localizzato in entrambi i lati del cranio.

La cefalea di tipo tensivo non si manifesta solo con dolore ma anche con una sensazione di "costrizione" o tensione muscolare che può durare tutto il giorno (spesso attenuandosi durante il sonno e ripresentandosi al risveglio) con un andamento fluttuante legato direttamente al livello d'ansia o di stress del momento (es. carico di lavoro, stress relazionali, ecc.).

La persona che ne è affetta avverte un aumento della tensione muscolare e/o del dolore (dei muscoli cranici, collo, spalle, schiena in combinazioni variabili) all'aumentare del senso d'ansia o di stress, avvertiti anche sino ai muscoli del trapezio e ai muscoli mandibolari, temporali e frontali, secondo combinazioni variabili da individuo a individuo.

Questi stati cefalalgici possono presentarsi con frequenza variabile; da pochi episodi al mese sino alle condizioni più gravi di cefalea continua (giorno e notte, tutti i giorni); quest'ultima condizione, definita cronica, è spesso la conseguenza di un mancato intervento curativo efficace negli anni precedenti, quando il disturbo era ancora "solo" episodico.

COME INTERVIENE L’OSTEOPATIA?

L’Osteopata va alla ricerca delle cause che possono aver portato all'aumento della stimolazione nocicettiva cranica.

Molto importante in casi di cefalea è il trattamento manipolativo osteopatico.

Questo tipo di terapia non presenta particolari effetti collaterali ed è generalmente gradevole per il paziente.

Può essere indicata specialmente per chi voglia evitare gli effetti collaterali dei farmaci sintomatici (es. danno alla mucosa dello stomaco).

Le più recenti acquisizioni in ambito specialistico (Bendtsen, Jensen 2010) raccomandano un approccio alla cefalea di tipo empirico e olistico, il più possibile integrato (nutrizione, allenamento…) ,perché la causa o concausa può risiedere altrove; tale approccio è confezionato ad personam, trattandosi di una patologia multifattoriale e risponde per definizione ai criteri di approccio individuale.

Se vi riconosceste in questi sintomi non esitate a contattarci per una visita gratuita!

Marco - Osteopata Kinetic Group

Contatti

  1. A cosa sei interessato?(*)
    Scegli a cosa sei interessato, grazie.
  2. Nome e Cognome(*)
    Inserisci il tuo Nome e Cognome, grazie.
  3. Telefono(*)
    Inserisci il tuo numero di telefono, grazie.
  4. Email(*)
    Inserisci la tua email, grazie.
  5. Messaggio
    Input non valido
  6. (*)
    Devi accettare il trattamento dei dati personali, grazie.