Laus Kinetic | Centro di rieducazione motoria

triathlon: la preparazione atletica

Vota questo articolo
(9 Voti)

Quando si parla di preparazione atletica per uno sport specifico, bisogna sempre

partire da una preparazione fisica generale per poi, via via, effettuare esercitazioni sempre più vicine dal punto di vista tecnico e fisico allo sport in questione.

Per programmare una preparazione atletica completa ed efficace va, quindi, analizzato lo sport specifico e le sue peculiarità, fin nei minimi dettagli.

Prendiamo qui in considerazione il triathlon, sport molto fisico ma che nasconde anche caratteristiche tecniche che fanno davvero la differenza tra un atleta di medio-basso livello e un atleta d’elite. 

Gli aspetti tecnici che vanno tenuti in maggior considerazione sono: lo stile della nuotata, la respirazione (in acqua e non), l’appoggio e la spinta nella corsa, la pedalata in bicicletta. Oltre a questi, va ricordato come sia di estrema importanza anche la gestione delle energie e l’aspetto psicologico, che esulano per ora da questo articolo.

Analizzati questi aspetti puramente tecnici, va considerato un periodo approssimativo di 6 mesi per gestire tutto il programma di preparazione, eseguendo anche periodi di scarico e gare preparatorie per la stagione.

Una preparazione atletica di base aspecifica parte da un rinforzo generale, da esercitazioni propriocettive per la prevenzione di infortuni e da allenamenti aerobici blandi e che crescono di intensità.

I tempi e l’intensità di ogni esercizio chiaramente varia in base allo stato di forma fisica iniziale dello sportivo in questione e sarà comunque in crescendo, così come il peso utilizzato. Ciò che, invece, andrà in diminuzione sarà il tempo di recupero tra un’ esercizio e l’altro.

Creata una buona base atletica, si comincia il vero lavoro specifico finalizzato ad ottimizzare la prestazione durante il periodo centrale della stagione, e cioè quello estivo.

L’obiettivo, in questa fase, sarà quello di lavorare specificatamente con i gesti atletici della disciplina per migliorare i tempi di ogni singola frazione e della gara in toto.

Si utilizzeranno lavori di interval training sia in acqua, sia nella corsa e sia in bicicletta, considerando però che, essendo una disciplina complessa sviluppata su tre sport differenti (nuoto, bici e corsa), dovremo porre moltissima attenzione anche ai tempi di recupero e alla frequenza degli allenamenti per ogni singola disciplina.

Si lavorerà a frequenze più alte rispetto a quelle di gara percorrendo tragitti ad un’intensità maggiore, ma si sfrutteranno anche tragitti più lunghi rispetto a quelli di gara.

Si terrà sempre sotto controllo la frequenza cardiaca per lavorare nel range desiderato e si faranno test per valutare i miglioramenti per ogni disciplina.

Verrà insomma fatto un lavoro fine per permettere ad ogni atleta professionista e non di raggiungere il suo massimo potenziale.

E chi invece ora fosse ancora fuori forma e volesse prepararsi per questa stagione agonistica con tempi ristretti?

Niente paura, effettueremo una valutazione dello stato fisico e programmeremo insieme una preparazione breve che comprenda comunque tutti gli aspetti che abbiamo analizzato sopra.

Siete pronti?

Se volete informazioni o un programma specifico per questo o qualsiasi altro sport non esitate a contattarci, siamo a vostra disposizione!

Matteo - Personal Trainer Gruppo Kinetic

Contatti

  1. A cosa sei interessato?(*)
    Scegli a cosa sei interessato, grazie.
  2. Nome e Cognome(*)
    Inserisci il tuo Nome e Cognome, grazie.
  3. Telefono(*)
    Inserisci il tuo numero di telefono, grazie.
  4. Email(*)
    Inserisci la tua email, grazie.
  5. Messaggio
    Input non valido
  6. (*)
    Devi accettare il trattamento dei dati personali, grazie.